Principale Stile Di Vita I sonniferi o i farmaci Z possono aumentare il rischio di cadute, fratture e ictus tra i pazienti con demenza: studio

I sonniferi o i farmaci Z possono aumentare il rischio di cadute, fratture e ictus tra i pazienti con demenza: studio

Secondo una ricerca dell'Università dell'East Anglia, i forti sonniferi noti come 'farmaci Z' sono collegati a un aumentato rischio di cadute, fratture e ictus tra le persone con demenza.

I disturbi del sonno sono comuni tra le persone con demenza e l'impatto per i pazienti e le loro famiglie è significativo.

Lo studio è stato pubblicato sulla rivista BMC Medicine.

Ad oggi non sono disponibili trattamenti efficaci di comprovata efficacia, tuttavia alle persone con demenza vengono spesso prescritti farmaci Z (zopiclone, zaleplon e zolpidem).

Ma un nuovo studio rivela che dosi più forti di questi farmaci sono collegate a un aumentato rischio di effetti avversi.

Questi effetti avversi sono risultati simili o maggiori di quelli delle benzodiazepine a dosi più elevate o 'benzo', che sono anche usati per trattare i disturbi del sonno e sono noti per avere diversi effetti avversi.

Il team afferma che i pazienti che già assumono dosi più elevate di farmaci Z non dovrebbero interrompere l'assunzione dei farmaci improvvisamente, tuttavia dovrebbero chiedere una revisione con il proprio medico di famiglia.

Il professor Chris Fox, della Norwich Medical School dell'UEA, ha dichiarato: Ben il 90% delle persone con demenza soffre di disturbi del sonno e ciò ha un grande impatto sulla loro salute mentale e fisica, così come su quella di chi li assiste.

I farmaci Z sono comunemente prescritti per aiutare le persone a dormire, tuttavia questi medicinali non sono mai stati autorizzati per la demenza e sono stati associati a eventi avversi come cadute e rischi di fratture nelle persone anziane.

Volevamo scoprire come influenzano le persone con demenza, a cui vengono spesso prescritti per aiutare con i disturbi del sonno.

Il team ha analizzato i dati di 27.090 pazienti in Inghilterra con diagnosi di demenza tra gennaio 2000 e marzo 2016. L'età media dei pazienti era di 83 anni e il 62% erano donne.

Hanno esaminato gli eventi avversi per 3.532 pazienti a cui erano stati prescritti farmaci Z e li hanno confrontati con persone che soffrivano di disturbi del sonno a cui non erano stati prescritti sedativi e pazienti a cui erano state prescritte benzodiazepine.

Hanno anche cercato di vedere se il dosaggio del farmaco Z avesse un ruolo negli esiti avversi.

Il prof. Fox ha dichiarato: Abbiamo studiato una serie di esiti avversi tra cui fratture, cadute, trombosi venosa profonda, ictus e morte - in due anni. Ed eravamo particolarmente interessati a vedere se dosi più elevate portassero a risultati peggiori.

I farmaci Z e le benzodiazepine a dosi più elevate sono stati definiti come prescrizioni equivalenti a ?7,5 mg di zopiclone o >5 mg di diazepam al giorno.

Per i pazienti a cui sono stati prescritti farmaci Z, al 17% sono state somministrate dosi più elevate. E abbiamo scoperto che questi pazienti che assumevano dosi più elevate erano più a rischio di cadute e fratture, in particolare fratture dell'anca e ictus, rispetto ai pazienti che non stavano assumendo alcun farmaco per disturbi del sonno, ha affermato il prof. Fox.

Quelli a dosi più basse, tuttavia (?3,75 mg di zopiclone o equivalente) non hanno riscontrato un aumento del rischio di esiti avversi.

E non ci sono state differenze negli eventi avversi per i farmaci Z rispetto alle benzodiazepine, ad eccezione dei tassi di mortalità inferiori con i farmaci Z.

Il professor Fox ha affermato: Questa ricerca ci mostra che i farmaci Z a dosi più elevate dovrebbero essere evitati, se possibile, nelle persone che vivono con demenza e dovrebbero essere considerate preferenzialmente alternative non farmacologiche.

I pazienti che stanno già assumendo farmaci Z a dosi più elevate non dovrebbero interrompere l'assunzione dei loro farmaci, ma consigliamo loro di fissare un appuntamento per vedere il proprio medico di famiglia per una revisione, ha aggiunto.

Il professor Clive Ballard, della University of Exeter Medical School, che ha collaborato allo studio, ha dichiarato: I nostri risultati servono un'importante cautela per quanto riguarda i danni dei sonniferi nelle persone con demenza.

Questa ricerca è un promemoria molto tempestivo e purtroppo necessario che i farmaci sedativi non sono un modo utile per gestire l'isolamento sociale durante il Covid-19.

Il nostro studio sottolinea anche l'importanza della ricerca per sviluppare approcci non farmacologici per aiutare le persone con demenza a dormire, sia a casa che in assistenza residenziale.

Il dottor Ian Maidment, lettore di farmacia clinica presso l'Università di Aston e farmacista capo dello studio ha dichiarato: I farmaci Z sono ampiamente usati per trattare l'insonnia nelle persone affette da demenza, ma sono raccomandati solo come trattamento a breve termine per un massimo di quattro settimane. Il nostro lavoro mostra l'importanza che i medici, inclusi medici di famiglia e farmacisti, esaminino i pazienti che assumono farmaci Z a lungo termine.

(Questa storia è stata pubblicata da un feed di un'agenzia di trasmissione senza modifiche al testo. Solo il titolo è stato modificato.)

Articoli Interessanti

Scelta Del Redattore

Oroscopo di oggi: previsione astrologica per l'11 giugno
Oroscopo di oggi: previsione astrologica per l'11 giugno
Oroscopo del giorno: le stelle sono schierate a tuo favore? Scopri la previsione astrologica per Ariete, Leone, Vergine, Bilancia, Pesci e altri segni zodiacali per l'11 giugno.
Oroscopo giornaliero dei Gemelli per il 9 novembre: è agrodolce
Oroscopo giornaliero dei Gemelli per il 9 novembre: è agrodolce
Cari Gemelli, oggi potresti avere molte esperienze agrodolci. La tua salute sembra un po' preoccupata oggi.
Oroscopo di oggi: previsione astrologica per il 3 novembre
Oroscopo di oggi: previsione astrologica per il 3 novembre
Oroscopo del giorno: le stelle sono schierate a tuo favore? Scopri la previsione astrologica per Ariete, Leone, Vergine, Bilancia e altri segni zodiacali per il 3 novembre.
Oroscopo giornaliero Gemelli per il 19 novembre: il fronte professionale potrebbe essere stancante!
Oroscopo giornaliero Gemelli per il 19 novembre: il fronte professionale potrebbe essere stancante!
Cari Gemelli, rimanete concentrati sui vostri obiettivi e fedeli ai vostri sforzi. La giornata potrebbe essere abbastanza proficua. La giornata è piena di alti e bassi sul tuo fronte professionale.
Oroscopo giornaliero della Vergine per il 12 settembre: prendi sul serio la carriera
Oroscopo giornaliero della Vergine per il 12 settembre: prendi sul serio la carriera
Cara Vergine, non puoi più rimandare i cambiamenti incombenti. Sicuro e pronto a decidere qualcosa che assicuri un futuro migliore. Scambia le tue idee con i tuoi buoni amici.
Oroscopo giornaliero dei Gemelli per il 20 ottobre: ​​non investire oggi!
Oroscopo giornaliero dei Gemelli per il 20 ottobre: ​​non investire oggi!
Cari Gemelli, non andare per affari proprio in questo momento. Sii cortese e rispettoso nei confronti delle convinzioni altrui. Tieni d'occhio la palla e supera la tentazione di socializzare.
Oroscopo giornaliero della Bilancia per il 21 novembre: le stelle hanno previsto alcune sorprese
Oroscopo giornaliero della Bilancia per il 21 novembre: le stelle hanno previsto alcune sorprese
Cara Bilancia, questo sarà un giorno fortunato sul fronte professionale o lavorativo, quindi dai il meglio di te.